HomeNewsErrore sanitario e rischi per i medici: esperti a confronto a Lucca

Errore sanitario e rischi per i medici: esperti a confronto a Lucca



Lucca - 14 febbraio 2014

II seminario sul danno alle persone da attività sanitarie


Errore sanitario e danni biologici alla persona: al via a Lucca il secondo seminario dal titolo Risk Management e gestione del contenzioso dopo il decreto Balduzzi. Il convegno, riservato a medici, medici legali, avvocati e operatori di entrambi i settori, avrà luogo venerdì 14 febbraio nella Sala Ademollo di Palazzo Ducale, grazie alla collaborazione fra Fondazione Bml, Azienda Usl 2 di Lucca e Comlas (Coordinamento medici legali aziende sanitarie). L’iniziativa è stata presentata questa mattina (5 febbraio) nei locali della Fondazione Bml dal presidente della Fondazione, Alberto Del Carlo, dal presidente di Scudo Consulting & Training, Andrea Casali, dal direttore sanitario dell’Azienda Usl 2 di Lucca, Joseph Polimeni e dal presidente Comlas e direttore sanitario di Medicina Legale Clinical Risk Manager Azienda Usl2 di Lucca, Massimo Martelloni.

Tema centrale dell’incontro sarà il danno causato alla persona da attività sanitarie: errori in sala operatoria, scambio di referti, diagnosi sbagliate, tutti analizzati sotto il profilo della responsabilità civile e penale del medico, alla luce del decreto Balduzzi che detta una precisa disciplina in materia di gestione del Risk Management.“E’ stata una scelta morale della categoria quella di introdurre nei codici deontologici degli obblighi precisi in materia di sicurezza delle cure - ha spiegato Massimo Martelloni -: la Toscana è una delle 7 regioni italiane a ritenere che il risarcimento per questo tipo di danno non possa più essere garantito dalle assicurazioni, gravate da ritardi, ma debba essere, piuttosto, gestito dal settore pubblico con una finalità di giustizia sociale”.“Aspiriamo ad un modello di azienda che sappia imparare dagli errori e se ne serva per modificare l’assetto organizzativo - ha dichiarato Joseph Polimeni - con questo provvedimento legislativo cambia la sensibilità e l’input per lo sviluppo di sistemi di gestione del rischio efficienti, che facciano registrare ritorni virtuosi”.Prevenzione, analisi e riprogettazione dei percorsi organizzativi: questi, dunque, gli ingredienti essenziali da innestare in una nuova cultura che cresca insieme agli operatori del settore.Il dibattito vedrà l’intervento di esperti qualificati che offriranno il loro punto di vista sulla questione: a partire dalle 14,30 prenderanno parola l’avvocato Luca Nocco, il procuratore capo della procura di Lucca, Aldo Cicala, l’avvocato Adriano Montinari, Francesco Terrusi, Massimo Martelloni, Gilberto Martinelli e Riccardo Tartaglia. Presenzieranno all’incontro il presidente Alberto Del Carlo, il presidente del Consiglio dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri, Umberto Quiriconi, il presidente dell’Ordine degli avvocati Alessando Garibotti e il direttore generale dell’Usl 2 di Lucca, Antonio D’Urso.La partecipazione al convegno è a titolo gratuito, le iscrizioni si aggirano già attorno a quota 120 ed è previsto il sold out sulla scia dello scorso anno. L’evento è patrocinato da Comune e Provincia di Lucca, con il contributo organizzativo di Scudo Consulting & Training ed è stato accreditato dall’Ordine degli avvocati e dall’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della Provincia di Lucca.


Articolo di Jasmine Cinquin tratto da luccaindiretta.it